domenica 29 marzo 2009

PDL sempre peggio di FI e AN

E' nato il Popolo della Libertà, fusione di due grandi partiti, Forza Italia e Alleanza Nazionale, con l'incorparazione di numerosi partitini. Uno dei refrain del congresso fondativo ripeteva come per la prima volta nella storia italiana l'unione di due partiti abbia portato più voti. Cio' è falso nel caso del PDL. Confronto i numeri assoluti conseguiti dal PDL e dai partiti fondatori nelle medesime elezioni.

Politiche 2008: PDL 13.629.069
Politiche 2006: FI+AN 13.756.012 (Pensionati 333.278+ Dc/Psi 285.474)
Politiche 2001: FI+AN 15.379.986

Il PDL ottiene dunque meno voti nel 2008 rispetto alle due ultime politiche, sommando solo i due partiti principali e non le forze minori che sono anch'esse entrate nel nuovo soggetto. Passiamo alle tornate amministrative svoltesi a partire dalla nuova legislatura.

Regionali Abruzzo 2008: PDL 190.919
Regionali Abruzzo 2005: FI+AN 199.355
Regionali Abruzzo 2000: FI+AN 236.336
Regionali Sardegna 2009: PDL 246.369
Regionali Sardegna 2004: FI+AN 191.564
Regionali Sardegna 1999: FI+ AN 254.671
Provinciali Trento 2008: PDL 33.597
Provinciali Trento 2003: FI+AN 47.224
Provinciali Trento 1998: FI+AN 50.438
Provinciali Bolzano 2008: PDL 25.294
Provinciali Bolzano 2003: FI+AN 35.568
Provinciali Bolzano 1998: FI+AN 40.650

Le elezioni regionali e provinciali hanno mostrato una sostanziale tenuta del voto di FI e AN nel Sud, con l'ottimo risultato della Sardegna, dato già riscontrato nelle politiche, e una netta difficoltà nel Nord. Il 51% non sarà mai raggiunto.

4 commenti:

amaryllide ha detto...

non sono così sicuro che il 51% è irraggiungibile dalla PDL. Proprio il risultato sardo dimostra che se alla macchina da guerra mediatica di Berlusconi si aggiunge il sostegno esplicito della chiesa (in Sardegna i vescovi hanno fatto apertamente campagna elettorale per Berlusconi) il risultato supera la somma FI+AN. E la legge sul testamento biologico, venuta dopo che per anni il nano ha furbescamente nicchiato su tutti gli argomenti che stanno a cuore al Vaticano, potrebbe dimostrare che il piduista abbia accettato il patto scellerato col clero più arretrato per arrivare al plebiscito. A tal proposito segnalo che la risposta a Fini che chiedeva un testo equilibrato sul testamento biologico l'ha data Formigoni, il campione di CL, che ha detto chiaro e tondo che lui non conta niente e la linea la daranno quelli come lui e Lupi.

Andrea ha detto...

ciao andrea! parto dal fondo, tralasciando trento e bolzano che sono realtà particolari che non conosco bene in Sardegna il dato evidenziato è già migliore, ma anche in Abruzzo, in quanto c'era una lista "Rialzati Abruzzo" che era assolutamente stretta e collegabile al PDL che ha raccolto il 7%.

Andando alle politiche va fatta una considerazione: nel 2001 Lega e UDC erano ai minimi termini, la prima intorno al 4, la seconda 2-3%. Ora entrambe hanno raddoppiato.

Nel 2006 invece c'era stata più affluenza, quindi il numero dei voti era più alto, ma la percentuale lievemente più basso.

Però è vero che non c'è stato chissà quale incremento, ma questo è dovuto al boom della Lega che è ormai al 10%. Considera che prese il 4,5% nel 2006. Per cui io considero molto positivo il dato del PDL al 37% con la Lega al 10%, viceversa se la Lega fosse al 3-4% come è stato per molti anni mi preoccuperei di essere solo al 37%.

E non dimentichiamoci della Destra, che per quanto poco alle politiche del 2008 ha preso il 2-3% e quelli sono 100% voti in uscita da AN.

Quindi per me già fare pari (che è quello che poi si evince, converrai con me) è già un ottimo risultato

andrea mollica ha detto...

@amaryllide
Continuo a rimanere della mia idea, e credo che i 14 milioni di voti alle politiche siano il tetto per il PDL. Il Pd ne ha presi 12, quindi la distanza è ancora notevole, purtroppo
@ andrea
Ho aggiunto i dati delle elezioni 98/99/2000 così credo si capisca meglio cosa volevo dire. Ritengo il PDL un successo politico. Contesto però sia che abbia preso più voti di prima, e che abbia dimostrato nelle recenti amministrative una capacità espansiva tale da raggiungere il 51%. Alle politiche sarebbero 18,5 19 milioni di voti. Mi sembra irreale per un partito che ne ha presi 13,5. La coalizione di centro destra è al momento nettamente maggioritaria, sul discorso della Lega meriteresti un approfondimento ma tanto ci tornerò.

Andrea ha detto...

nemmeno io penso sia possibile raggiungere il 51%. Nessuno raccoglie mai il 100% del bacino. Col vento in poppa può superare il 40%. Difficilmente vedremo nei prossimi 10 anni il PDL sotto il 32% e difficilmente sopra il 42%; almeno questo è quello che penso io.

Se poi io sondaggi che ha in mano il berlusca che lo danno al 44% fossero veri... allora alzo le mani. Io nel mio blog dò il PDL al 40% che è già tantissimo