martedì 7 aprile 2009

Il sondaggio inglese


Predict09.eu prevede uno scenario molto diverso da quello raccontato attualmente dalla demoscopia italiana. La metodologia è diversa rispetto a quella impiegata negli attuali sondaggi, perché sono ponderati i risultati storici alle europee con i valori delle ultime indagini. Il quadro sarebbe comunque davvero sorprendente.

PDL 32,5
PD 29, 8
LN 7
IDV 6,6
UDC 5,3

Il dato della sinistra non è chiaro, comunque Sinistra e Libertà e il cartello comunista valgono insieme, anche se corrono separati, il 5,2%. Dato disaggregato per singola lista non è fornito. Il Ceo di Burson-Marsteller è Mark Penn, responsabile del mitologico sondaggio americano del 2006, il primo a prevedere il pareggio tra Prodi e Berlusconi. Penn è stato un importante consulente politico di Bill Clinton e fu licenziato da Hillary durante la sfortunata corsa contro Obama.

6 commenti:

Andrea ha detto...

è un sondaggio senza sondaggio..

andrea mollica ha detto...

E' una ponderazione dei sondaggi con un modello statistico che tiene in conto i passati risultati alle europee. Mi sembra una metodologia abb affidabile, quantomeno la sappiamo. In Italia non dicono niente, e io mi fido della trasparenza anglossasone.

Andrea ha detto...

NOn entro nella bontà del sondaggio, però secondo me nella tua interpretazione fai un errore: dici che la sinsitra arriverebbe a un 5,2%. Al quale però devi aggiungere un 3,3% del partito socialista, arrivando così a un ipotetico 8,5%.
Giusto?
andrea

andrea mollica ha detto...

In teoria avresti ragione tu, poi ieri avevo trovato questa dichiarazione dei socialisti che mi ha mandato un po' in crisi
http://www.partitosocialista.it/site/artId__1758/306/609-EUROPEE._PRESENTATA_UNA_PREVISIONE_DELLO_STUDIO_ANGLOIRLANDESE_BURSON-MARTSELLER.aspx

Ergo quel dato del 3% non saprei come interpretarlo, se vai alle note anche loro spiegano come l'Italia con i suoi numerosi e mutevoli partitini sia "ostica" per la loro metodologia. Specie per quanto riguardo i piccoli.
Se vuoi un paragone, le proiezioni che faceva Nate Silver coi sondaggi durante le presidenziali non erano metodologicamente molto dissimili.

Andrea ha detto...

il primo andrea ero io de "Il Liberale" il secondo no :D

comunque i socialisti al 3,3% lascia trasparire tutta l'incompetenza di chi fa queste cose senza conoscere la politica di quel paese. sto facendo una cosa simile sul mio blog, e mi sono accorto di questo problema

poi vedi, se ti piace credere di un PDL al 32 ed un PD al 30 fai tu.. ricordo ancora gli exit poll di 12 mesi fa dove il PD doveva fare meglio del PDL di 2-3 punti poi sappiamo com'è finita.

Personalmente fossi di sinistra, spererei in un 40-30 che viste le premesse sarebbe un mezzo successo

andrea mollica ha detto...

La previsione di BM è molto interessante, ti invito a leggere la nota metodologica. Anche ai tempi del 2006 si diceva che il sondaggio della Penn - legato a triplo filo con BM- era una burla, e invece furono i primi a prenderci.
Io ai sondaggi non ci credo, ma ne valuto la metodologia e l'affidabilità del modello.

saluti a entrambi i miei omonimi, e mettete il cognome che mica vi chiamate ubaldo :)