sabato 9 gennaio 2010

Massachusetts repubblicano

Il candidato repubblicano Brown guida 48 a 47 l'avversaria democratica nell'elezione speciale del Massachusetts. Il problema è l'estrema motivazione della base repubblicana, contrapposta ad una significativa freddezza dell'elettorato democratico, molto più numeroso nello Stato ma al momento smobilitato. Obama vinse di 26 punti, ma ora tra i likely voters il suo margine si riduce di 10 punti. L'elezione è suppletiva, quindi l'affluenza sarà molto bassa. Tom Jensen consiglia alcune strategie per non perdere il seggio di Ted Kennedy, ed evitare uno shock paragonabile a pochi precedenti della politica americana.
Lunga nota personale : apprezzo molto Public Policy Polling, sono vicini ai democratici e nella loro breve storia hanno dimostrato ottime capacità. Non nego che vedere il job approval di Obama in Massachusetts al 44% mi lascia un po' perplesso . Obama prese il 62%, e per quanto il campione di PPP rifletta la relativa smobilitazione della base democratica, il 54% afferma di aver votato Obama. Flessioni (- 18, ma pure - 10 rispetto al sample di likely voters di PPPP) così marcate in singoli Stati rispetto al voto 2008 non si sono sostanzialmente mai viste, e certo farebbero apparire ottimistico il presidential job approval di Rasmussen Reports. E' una perplessità che nutro rispetto a valori così nuovi rispetto alle rilevazione degli ultimi mesi/settimane. PPP si è comunque finora mostrato un ottimo istituto, e tra poco più di 10 giorni avremo la risposta.

2 commenti:

gio88 ha detto...

Secondo te, se la Coakley perde, potrebbe rotolare qualche testa a Washington?
Comunque, sarò fazioso, ma per capire il tutto secondo me basta dare un'occhiata ai canali di Youtube dei due contendenti. Gli spot della Coakley sono abbastanza deboli e poco chiari. E' piuttosto fumosa, parla di grandi ideali, anche condivisibili (tipo controllare Wall Street, etc.), ma poco di come metterli in pratica. Brown invece è molto più chiaro ed incisivo e meno aleatorio.

andrea mollica ha detto...

non ho visto, sinceramente. Brown è un figaccione, questo sì. Su teste che rotolano non credo, almeno per ora
ciao