venerdì 19 giugno 2009

Il crollo del PD tra i laici

Comparando i dati Itanes 2008 con le rilevazioni dell'Istant Poll per le europee 2009, Termometro Politico ha notato il crollo del PD avvenuto nell'elettorato laico. Nel 2008 il 43% dell'elettorato che non frequenta mai funzioni religiose aveva votato per i democratici, mentre un anno dopo solo il 27,5 ha votato per il PD, una percentuale inferiore rispetto al PDL. I maggiori beneficiari sono i radicali, che ottengono il 6%, ma anche a Idv, Rifondazione e S&L arrivano numerosi consensi. L'elettorato più religioso ha invece penalizzato il partito di Berlusconi, che ha perso 5 punti rispetto alle politiche, ma al di là dell'incremento comunque contenuto dell'UDC, si nota una tendenza coerente con le dinamiche generali delle europee.

1 commento:

sabbamau ha detto...

sorpendente?