domenica 29 novembre 2009

Obama risale sopra al 50%

Nell'aggiornamento quotidiano proposto da Gallup il tasso di approvazione di Obama è risalito al 51%. Il presidente continua a godere del sostanziale appoggio del proprio elettorato, mentre la contrapposizione di chi aveva scelto McCain è ormai acquisita in questa fase. E' così da fine luglio, quando è scaduta la classica luna di miele che contraddistingue ogni Amministrazione. Senza buone notizie sul fronte occupazionale, difficilmente la lenta ma costante erosione della base elettorale sarà interrotta.

2 commenti:

gio88 ha detto...

Sarà difficile interrompere l'erosione soprattutto se continuerà la lacerazione con i Blue-Dog. Il problema è che se li fa fuori con le primarie, dopo c'è il serissimo rischio di ritrovarsi con una maggioranza Repubblicana alla Camera (me li vedo io quelli del Sud Dakota, del Nord Dakota o dello Utah a votare un ultra-progressista al posto degli attuali moderati). Bisogna vedere cosa è meglio (o meno peggio) dal punto di vista dei Democratici. Continuare a tenersi la "serpe in seno" dei Blue-Dog, oppure sbatterli fuori e rischiare di ritrovarsi in minoranza a Capitol Hill (al Campidoglio no, li è impossibile)

andrea mollica ha detto...

No i cani blu rimangono, figurati. Però è vero che sarà difficile tenerli assieme, del già poco che si riesce, se il conseso di Obama scivolerà verso il basso. I partiti americani sono ampie coalizioni sociali, quindi quando le contraddizioni ci sono anche in tempi di netta polarizzazione come ora
salutoni al mio commentatore preferito :)