domenica 22 novembre 2009

Nessun climategate, il riscaldamento globale esiste

C'è molto rumore sulle mail rubate agli scienziati che proverebbero la falsità degli allarmi legati al riscaldamento globale. In realtà non è così, e l'eccezionale Climate Progress riporta la mail e le successive osservazioni di uno di questi scienziati, che smentisce totalmente l'interpretazione data dai blog conservatori. Mi chiedo sinceramente come chi nega l'evoluzionismo o sostiene ancora la curva di Laffer possa autorevolmente smentire i lavori dell'IPCC basandosi su mail rubate e completamente travisate perchè non lette con attenzione.
La scienza non è repubblicana.

3 commenti:

a man ha detto...

Ti rispondeqqui sul mio blog (nei commenti). *hugs*

Luca ha detto...

Ah perchè esiste una traduzione alternativa a queste frasi:

"Yeah, it wasn’t so much 1998 and all that that I was concerned about, used
to dealing with that, but the possibility that we might be going through a
longer – 10 year – period of relatively stable temperatures beyond what you
might expect from La Nina etc.

Speculation, but if I see this as a possibility then others might also.
Anyway, I’ll maybe cut the last few points off the filtered curve before I
give the talk again as that’s trending down as a result of the end effects
and the recent cold-ish years."

L'IPCC è un autorevole organo, si.
Un organo politico più che scientifico.

E poi, ormai, nessuno più discute il global warming in sé. La questione è piuttosto spostata sulle cause.

domsky ha detto...

Si tratta di un complotto globale, è spiegato benissimo su questo sito http://domenico-schietti.blogspot.com/2009/10/la-storia-del-potere-in-base-al.html

Sono tutti d’accordo a boicottare la Serpentina di Schietti e quindi si tratta di un complotto per cambiare il clima, causare povertà e alimentare l’odio tra i popoli per generare guerre.

Non è difficile da capire, se scoppia una guerra aumentano le richieste di fucili, cannoni, missili, aerei e bombe. I produttori di armi hanno interesse che i popoli litighino fra loro e quindi pagano agenti provocatori.

Se cresce la povertà aumenta il numero dei ladri quindi aumentano le spese per la polizia, i controlli, i sistemi di sicurezza, le prigioni e la giustizia. Chi dovrebbe combattere la malvivenza in realtà ha interesse che ce ne sia sempre di più e quindi paga agenti per creare disordini e crisi economiche.

Se crescono i consumi di energia aumentano gli introiti per i produttori di petrolio che quindi boicottano l’energia pulita pagando agenti appositi che promuovano l’utilizzo del loro prodotto a danno di quello degli altri.

Se vengono costruite grandi opere ci saranno grandi affari per i costruttori edili al punto che ne vorranno sempre di più grandi e inutili pagando agenti perchè pubblicizzino l’utilità di opere costosissime.

I poteri occulti spesso sono aziende che hanno convenienza quando aumentano i problemi e quindi che si sono unite per creare un governo mondiale e una rete di agenti incaricati di creare il caos.