mercoledì 5 agosto 2009

I repubblicani a caccia dei bianchi

Thomas Edsall si interroga sulla strategia del Gop, che mira a recuperare/incrementare il voto bianco delle classi medio-basse disilluse dall'Amministrazione Obama. I trend demografici spingono l'elettorato verso una direzione opposta, ma la vittoria nel 2010, così come nel 2012 e oltre, non è affatto preclusa. Al momento la coalizione sociale obamiana regge, ma un eventuale scollamento delle fasce bianche dal reddito più basso potrebbe provocare seri danni ai candidati democratici. PPP nota come l'elettorato più energizzato sia quello repubblicanoin questo momento. Con una bassa partecipazione di minoranze etniche e giovani la partita delle midterm 2010 si riaprirebbe del tutto.

3 commenti:

gio88 ha detto...

Se non sbaglio, Nate Silver diceva qualche mese fa, "ricordate cos'è successo in Georgia, una volta che il nome di Barack Obama è sparito dalla scheda".

andrea mollica ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
andrea mollica ha detto...

sì però quella era una secondo turno con partecipazione da suplletiva, fa poco testo. E' vero però che per le midterm la coalizione sociale obamiana è piuttosto fragile, perchè i suoi punti di forza, giovani e min. etniche, son quelle che tendono a votare di meno.